novara@filosformazione.it 0321.391777
Comment are off

Opportunità per le aziende – FONDIMPRESA – COMPETITIVITA’

fondimpresa

Aziende beneficiarie:

Aziende aderenti a Fondimpresa (codice adesione FIMA). In relazione alla medesima matricola INPS l’impresa aderente può essere beneficiaria della formazione unicamente in UN SOLO Piano all’interno dell’avviso. L’azienda si deve impegnare a mantenere l’adesione a Fondimpresa fino all’approvazione del rendiconto finale

Tipologia di partecipanti ammissibili:

Lavoratori dipendenti delle aziende aderenti con contratto a tempo indeterminato, determinato, contratti di inserimento e reinserimento, lavoratori in cassa integrazione guadagni, lavoratori con contratti di solidarietà e stagionali ivi inclusi gli apprendisti.

Non possono rientrare i contratti a progetto, i dirigenti o i titolari d’impresa.

Azioni ammissibili:

I Piani formativi presentati possono riguardare esclusivamente interventi di formazione direttamente connessi alle seguenti tipologie ed aree tematiche, anche in forma integrata:

  1. Qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti: Interventi di sviluppo delle competenze dei lavoratori centrati sulla tematica delle tecniche di produzione,  INDICATO PER LE AZIENDE CHE PARTECIPANO AL PIANO SETTORIALE  o
  2. Innovazione dell’organizzazione: Applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nell’organizzazione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne di un’impresa, INDICATO PER LE AZIENDE CHE PARTECIPANO AL PIANO TERRITORIALE
  3. Digitalizzazione dei processi aziendali: Progetti o interventi di innovazione digitale che riguardano l’introduzione di nuovi processi in azienda o un notevole miglioramento di quelli già esistenti.
  4. Internazionalizzazione: Processi di internazionalizzazione, sia in forma indiretta attraverso buyer, importatori e distributori, sia mediante la gestione diretta all’estero, anche tramite partenariati, di una o più fasi di attività (produzione, commercializzazione, logistica, distribuzione), e attività che rientrano nell’ambito di operatività dei “consorzi per l’internazionalizzazione”.

Requisiti minimi e Priorità

Termini e scadenze:

Il Piano per la prima scadenza avrà i seguenti termini di presentazione:

Territoriale Piemonte e Lombardia: 11 dicembre 2018; la documentazione e l’adesione dell’azienda dovrà pervenirci entro e non oltre il 30/10/2018

Settoriale:  22 gennaio 2019; la documentazione e l’adesione dell’azienda dovrà pervenirci entro e non oltre il 30/11/2018

Durata e tipologia degli interventi:

I percorsi formativi devono avere durata compresa fra le 8 e le 80 ore e coinvolgere almeno 5 partecipanti nel caso di piccole imprese, mentre almeno 9 partecipanti nel caso di grandi imprese. Il numero effettivo dei partecipanti effettivi dovrà garantire il cofinanziamento da parte dell’azienda.

Ogni partecipante, all’interno dello stesso Piano, non può essere beneficiario di più di 80 ore di formazione.

I percorsi formativi potranno essere erogati presso la sede dell’azienda o presso la sede dell’agenzia formativa.

Le attività formative effettuate in aula potranno essere supportate da azioni di coaching, affiancamento, training on the job, action learning, e formazione a distanza.

I percorsi formativi dovranno concludersi entro 12 mesi dalla data di approvazione del finanziamento.

Livello di condivisione:

In caso di presenza in azienda di RSU è necessario che condividano le azioni formative per le quali si intende ricevere il finanziamento mediante specifico modello che verrà fornito dall’agenzia formativa, in caso contrario il livello di condivisione sarà territoriale o settoriale.

Regime di aiuti:

I contributi previsti dall’Avviso a valere sulle risorse del Conto di Sistema sono assoggettati ad uno dei seguenti regolamenti comunitari, in base alla scelta effettuata dalle aziende beneficiarie in sede di presentazione del Piano:

–           Regolamento (UE) N. 651/2014

–           Regolamento (UE) n. 1407/2013.

Cofinanziamento:

Optando per il regolamento Regolamento (UE) N. 651/2014, l’azienda dovrà garantire il cofinanziamento alle spese complessive del corso attraverso la mancata produttività dei partecipanti. Ovvero i percorsi formativi dovranno essere erogati durante l’orario lavorativo (in caso contrario dovrà essere corrisposto lo straordinario) e l’unico onere per l’azienda sarà il costo dei dipendenti in formazione. Il livello di cofinanziamento e, di conseguenza, il numero minimo di dipendenti da inserire in formazione è determinato dalla classe dimensionale dell’azienda.

Mediamente le Piccole Imprese devono garantire 5/6 partecipanti, le Medie Imprese 7/8 e le Grandi Imprese 9/10.

De minimis:

Optando per il regolamento Regolamento (UE) n. 1407/2013 («de minimis»), l’azienda non dovrà garantire il cofinanziamento alle spese, ma deve rilasciare nella dichiarazione l’attestazione che i contributi pubblici ricevuti negli ultimi tre esercizi finanziari utilizzati a scopo fiscale, compreso quello in corso, consentono l’applicazione del regolamento prescelto oltreché indicare tutti i contributi pubblici ricevuti nei predetti tre esercizi finanziari. Il massimale previsto dal Regolamento, compreso il contributo richiesto sul presente Avviso, deve rispettare la soglia triennale di 200 mila euro. A questo proposito:

 

“Si richiama l’attenzione dei Soggetti Attuatori e delle imprese beneficiarie sulla necessità di operare un’attenta e puntuale ricognizione di tutti i contributi pubblici ricevuti da ciascuna beneficiaria e degli eventuali ordini di recupero pendenti per precedenti aiuti dichiarati illegali, rilevanti nella scelta del regolamento comunitario in materia di aiuti di stato applicabile, mediante la consultazione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (https://www.rna.gov.it/sites/PortaleRNA/it_IT/home) e la sua opportuna integrazione con l’indicazione dei contributi pubblici “de minimis” (in primis, quelli di Fondimpresa) non ancora caricati sul Registro medesimo.”

Livelli di partecipazione:

Ogni partecipante deve garantire almeno il 70% delle ore di presenza rispetto alla durata complessiva del corso. Il mancato raggiungimento di tale requisito potrebbe portare alla rimodulazione o all’annullamento del finanziamento previsto.

Priorità previste dal bando:

Le priorità previste dal bando sono fondamentali per il conseguimento del finanziamento.

Immaginazione e Lavoro pertanto privilegerà le manifestazioni di interesse di aziende che soddisfano i seguenti requisiti:

  • Presenza di aziende che non abbiano mai beneficiato degli avvisi di Fondimpresa o di Contributo Aggiuntivo al Conto Formazione.
  • Presenza di azioni formative interaziendali (oltre il 10%)
  • presenza di certificazione delle competenze
  • Significativa presenza di: lavoratrici donne; lavoratori con età superiore a 50 anni, lavoratori sospesi (cassa integrazione, contratti di solidarietà), lavoratori stranieri; lavoratori giovani con età compresa tra 18 e 29 anni
  • Prevalente presenza di lavoratori provenienti da PMI
Info sull'autore