novara@filosformazione.it 0321.391777
Comment are off

I ragazzi di prima incontrano Mohamed Ba

p_20181018_082010Si è svolto questa mattina presso Filos l’incontro con . Attore, musicista, autore teatrale e mediatore culturale senegalese. Mohamed vive da una ventina d’anni in Brianza. In Africa era un pastore. Poi l’emigrazione, come tutti i suoi compagni. Fu clandestino e senza lavoro in Francia. Infine l’ Italia. L’Italia del sogno. Il paese che può “vivere solo di bellezza e cultura”. Ma è un sogno, appunto.
“Momo” inizia  a raccogliere arance a Rosarno e vendere accendini a Milano. Riesce ad avere un permesso di soggiorno. Il 31 maggio del 2009 Mohamed, fermo ad una fermata dell’autobus in viale Certosa, viene aggredito. Un uomo con un casco in testa, lo accoltella al ventre. Mohamed rimane un’ora per terra senza alcun soccorso prima che un’automobilista lo trasporti al più vicino ospedale.
Adesso “Momo” gira per le scuole e i teatri raccontando la sua storia e quelle dei suoi compagni.
E’ un’anomalia africana Mohamed. La sofferenza diventa bellezza. L’arte, il teatro, la musica, armi contro la rassegnazione.
Attraverso il suo lavoro prova a rifondare la nostra idea di occidente e di etnicità.
Ecco la miglior lezione di cittadinanza. Incontrare delle persone, condividerne il vissuto e riconoscere anche noi stessi. E’ una vertigine non solo inevitabile, ma necessaria. Si spalancano pozzi artesiani dai quali poi è difficile risalire. Si riconosce l’altro e ciò che porta di te.
Perché Mohamed, non è nè un mito nè un eroe. La sua scelta può essere la nostra.
E’ questa per noi è una fortuna in più.
Info sull'autore